Claudio Ara

Archeocuoco

Nel 2018 compirò 40 anni di onorata professione, dato che iniziai a 13 anni “sciaquendi prattusu” in quel di “Su Stazzu” di Piazza Venezia a Serramanna, ovvero “lo faccio da piccolino” – come dicono a Cagliari – mia città adottiva.

L’ultima scelta è arrivata in un locale storico di Cagliari, nonchè il primo circolo privato delle città capitanato dal grande Giancarlo Dessì, maestro e poeta dell’accoglienza in questa città in realtà poco grata a lui!

Scaramantico come sempre non cambio il nome al locale che continua ad essere Mr. Frog, la storia non si cancella… mentre l’insegna sarà ancora “Su Tzilleri ’e su Doge”, nonostante di fatto del Veneto sia rimasto ben poco se non il baccalà da me tanto amato e la polenta nella stagione invernale.

Ci piacerebbe sensibilizzarvi piuttosto che imporvi, quindi nel nostro ristorante non troverete alcuni piatti richiesti frequentemente come il Tonno Rosso di Carloforte, il Pesce Spada o i Bianchetti perché non li serviamo in quanto sono in serio pericolo d’estinzione.

Cercherò di mettere insieme la grande fatica della gente comune, con il fascino straordinario che mi regala l’attaccamento della società alle proprie tradizioni, in cui i caratteri distintivi rispetto ai cibi erano unicamente genuinità e profumi, il desiderio di poter assaporare quegli stessi alimenti, scoprire la loro origine realizzando attraverso il senso del gusto il recupero dell’identità e dei mille volti di queste terre da cui arrivano sempre ed in ogni stagione grandi sorprese.

Faccio parte del progetto dell’Alleanza tra i Cuochi, determinati a sostenere i presidi Slow Food e piccoli produttori locali custodi della biodiversità, impiegando ogni giorno esclusivamente quei prodotti.

Ho abbracciato questo ristorante per il sottile piacere di sbrigare la fantasia in cucina, per un ideale di perfezione impossibile da raggiungere ma piacevole da perseguire.

Claudio Ara